• Alessandro Felis

I vini di Adriano: una gamma sorprendente!


Alba si trova tra Barolo e Barbaresco, spartiacque naturale tra i due paesi che danno origine e nome ai due vini più prestigiosi del territorio. I due figli prediletti del vitigno Nebbiolo, tra le prime Doc e poi Docg nazionali portano alto nel mondo il prestigio di questi luoghi.


Conosco i nettari della cantina Adriano da tempo e l’invito a partecipare agli Adriano Days è una buona occasione per andare in azienda e rinfrescarmi la memoria. Siamo in una frazione di Alba, anche se a qualche chilometro dal centro cittadino e il paesaggio si discosta dalle colline che da Castiglione Falletto portano a Barolo e Monforte. Marco e Vittorio conducono il podere di famiglia in una zona relativamente pianeggiante circondata dai vigneti. Tre giorni per presentarsi e fare degustare le numerose etichette accompagnate da prelibatezze di aziende amiche convenute per l’occasione: Antica Dulcinea, Antico Pedaggio, Macelleria Boasso, Pasta d’Alba, Sapori d’A Mare, Corilanga, Luiset, R’era ‘d Minót, LItaliana e Bricco Dolce. I banchi d’assaggio si snodano nei locali di vinificazione e permettono di scoprire le fasi di lavorazione dei vini, degustandoli e abbinandoli a sottoli, formaggi, salumi, miele, creme di nocciola da spalmare e goduriosi dolci.


Imperdibili, come era scontato, i Barbaresco: il più beverino Sanadaive – dal nome del paese in dialetto – e il corposo Basarin. Due notevoli interpretazioni del Nebbiolo che possono accontentare tutti i palati e che estrinsecano tutto il potenziale e la versatilità dell’uva nobile piemontese. Sorprendenti e decisamente apprezzate le due variazioni sul tema Freisa: lo spumante Dudes – dodicesimo prodotto aziendale – fresco e piacevole spumante metodo Martinotti e il Langhe Freisa che esplode in bocca a dimostrazione di quanto quest’uva, stretta parente del Nebbiolo, e spesso relegata a comprimaria nel panorama vitivinicolo regionale sia una ricchezza ancora tutta da esplorare. E poi ci sono i bianchi tra cui spicca il Moscato secco Ardrì! E le botti per i rossi? Solo grandi, da 30 a 45 hl come vuole la nostra tradizione, evviva!


Adriano il cognome, Marco, Vittorio, Grazia, Luciana e Michela i nomi di una famiglia che si suddivide i ruoli in vigna, cantina, amministrazione e commercializzazione.

Az. Agr. Adriano

Fraz. San Rocco Seno d’Elvio, 13 A – Alba

Tel: +39.0173. 36.22.94

https://adrianovini.it/ – michela@adrianovini.it

#Adriano #vini #Alba #Langhe #cantina #Freisa #Nebbiolo

30 visualizzazioni

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001.

  • White Facebook Icon
  • LinkedIn

Alessandro Felis

Partita Iva: 05644840018

 

 

©2016 by l'Uovodicolombo_Torino