• Alessandro Felis

Longino & Cardenal, e la tavola diventa prelibata


Lunedì scorso, dalle 10 alle 18, alle porte di Torino, nella fascinosa sede della Lavanderia a Vapore di Collegno, il cibo e i vini di alto lignaggio erano di casa. Manifestazioni ed eventi vari su quanto attiene a tavola e cantina, ormai, si susseguono, spesso brutte copie di rassegne che nascono, esistono e finiscono solo perché l’enogastronomia va di moda ma senza senso alcuno. L’occupazione golosa di questa costruzione dal passato carico di emozioni e significati, invece, appariva sin dai primi passi all’interno della struttura, imperniata sull’eccellenza, la qualità senza alcuna concessione all’incertezza, una gamma alta per la ristorazione che si vuole distinguere.

Quale modo migliore per festeggiare i trent’anni di attività se non riunire i produttori rappresentati da Longino & Cardenal e i clienti che in una passeggiata ideale passavano dal pescato ai salumi transitando dal pane senza dimenticare formaggi e fiori edibili? E una giusta e pregiata selezione di etichette nazionali accompagnava gli assaggi che portavano alla scoperta, riscoperta o conferma di un assortimento frutto di ricerca, attenzione e passione.

La storia dell’azienda parte da una intuizione: quattro ragazzi decidono di importare caviale fresco dall'Iran per rivenderlo a ristoranti e a gastronomie specializzate. Il nome, intrigante, è di fantasia: Longino, uno svizzero di nobili origini, e Cardenal, un pescatore cubano. L’inizio di un viaggio di esplorazione con fornitori talentuosi, accomunati da tradizione, esperienza e voglia di stupire.

Alcuni prodotti? Il baccalà Giraldo, il salmone irlandese Kenmare, il pescato di Sicilia Don Gambero, le acciughe del Cantabrico Nardin, il manzo giapponese Wagyu, i formaggi Guffanti, il foie gras alsaziano di Georges Bruck e tante altre prelibatezze da scoprire sul catalogo scaricabile dal sito e poi da provare concretamente.

Dei vini degustati, riporterò due Metodi Classici che, come tutta la manifestazione, si distinguevano e colpivano: il coinvolgente Brut di Donnafugata (Chardonnay e Pinot Nero) che declina i due vitigni francesi col calore e i profumi della Sicilia e l’incredibile Millesimato piemontese Codice Mille di Villa Scolca, Cortese in purezza che riposa sui lieviti per ben 8 anni. Chapeau!


LONGINO & CARDENAL SPA

Via Ambrogio Moroni, 8

Pogliano Milanese (Mi)

Tel: 02.93.96.851

www.longino.it

info@longino.it

#ristorazione #selezione #vini #salumi #culatello #salmone #Longino #Cardenal #fiori #baccalà #formaggi

19 visualizzazioni

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001.

  • White Facebook Icon
  • LinkedIn

Alessandro Felis

Partita Iva: 05644840018

 

 

©2016 by l'Uovodicolombo_Torino