• alessandro felis

Due piccioni con un calice! Ca’ del Profeta e Luogo Divino.

Mea culpa, mea maxima culpa, lo scrivo e lo ribadisco ma soprattutto mi rammarico. Non avevo mai varcato la soglia di questo Luogo Divino se non per un saluto fugace ad alcuni colleghi in occasione di un evento stampa. Rammarico per non avere frequentato prima questo indirizzo che deve essere assolutamente conosciuto e la cui solidità – a tutti i livelli - è garanzia, cosa che nel nostro settore, di questi tempi, non è sempre così frequente. Molti me ne avevano parlato, consigliandomi la visita ma ammetto che, sbagliando, immaginavo fosse uno di quei wine-bar modaioli, con molta apparenza e poca sostanza.


In realtà è tutto il contrario, sin dall’accoglienza cordiale di Diego Dequigiovanni, brasiliano dalle origini venete che con la moglie Carla, gestisce a tutto tondo. Ducasse a Londra e il nostro Del Cambio nel suo corposo curriculum. Mercoledì scorso, l’occasione era ghiotta: assaggiare alcuni piatti dello chef Remo Girardi, in abbinamento ai vini di Ca’ del Profeta, cantina di Anderson Hernanes, socio di Diego e Carla al Luogo Divino. Lo juventino che c’è in me si rallegrava all’idea di incontrare un ex della Vecchia Signora ma soprattutto, dopo l’incontro poteva commentare di avere incontrato una di quelle persone che lasciano l’impronta, fuori dagli stereotipi che troppe volte ci vengono proposti. Umile, educatissimo, quasi in punta di piedi, Anderson giocava di rimessa e parlava dei suoi nettari con la passione di un vignaiolo monferrino. Bersaglio centrato, gol al primo passaggio, siamo tutti conquistati.


Si inizia con un piacevole cocktail a base di Brachetto. I vini successivi sono un omaggio alla terra astigiana: Grignolino d’Asti e due declinazioni di Barbera d’Asti, classico e superiore. Si gioca con le annate, gli affinamenti; la mano (dell’enologo) è sicura e garantisce ottimi livelli qualitativi con le caratteristiche varietali dei vitigni ben rispettate e le Barbera desiderose di affinare per stupire nei prossimi anni. E Anderson, come un bambino che si illumina parlando di giocattoli, racconta di progetti futuri, con pampini e tralci a sostituzione dell’erba dei campi di calcio.


La cucina (alla faccia della piccola degustazione per accompagnare i vini) entusiasma sin dalle crocchette di coda di bue in amuse-bouche e conquista con la crema di zucca, funghi cardoncelli croccanti, nocciole piccanti e miso. Tutte improntate alla contaminazione tra Veneto, Brasile e Piemonte le portate che ci vengono servite sono un invito a tornare quanto prima per assaggiare altri piatti. Una commistione di sapori, ingredienti, tradizioni calibrate al meglio per un’esperienza che non lascia indifferenti.


Ambiente moderno, elegante e…siamo nel centro di Torino. La promessa è anche di fare visita a Ca’ del Profeta in quel di Montaldo Scarampi per scoprire cantina, vini, ristorante e wine-resort.


Luogo Divino

Via San Massimo, 13 - Torino

Tel: +39 011 1932 3530

info@luogodivino.com

https://www.luogodivino.com/


Ca’ del Profeta Via Montaldino, 19 - Montaldo Scarampi (At) Tel: +39 0141 196 72 29

info@cadelprofeta.com https://www.cadelprofeta.com/







83 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti