• alessandro felis

Il Castellinaldo diventa sottozona del Barbera d’Alba Doc

Il Barbera o la Barbera, non risolveremo mai l’annoso dilemma, che raramente si solleva per gli altri vini! Ma nessun dubbio sull’annoverarlo/a tra le produzioni di eccellenza del Piemonte vitivinicolo. Siamo ormai tutti concordi che il Piemonte ha due grandissimi vitigni a bacca rossa e il fu vino delle osterie affianca, ora, senza timori reverenziali, il Nebbiolo.

La nascita di una nuova denominazione o sottozona inorgoglisce ulteriormente l’esercito di tifosi del vitigno più diffuso nella nostra regione. Significa premiare un territorio, la sua storia, le sue peculiarità e le specificità di un nettare che diventa un ulteriore tassello del variegato e ampio universo enologico sabaudo.

Con pubblicazione nella Gazzetta ufficiale del 21 agosto 2021 (decreto 6 agosto 2021) il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali ha approvato le modifiche ordinarie al disciplinare di produzione dei vini a DOC Barbera d’Alba, ufficializzando l’ottenimento della sottozona “Castellinaldo” “che si estende alla sinistra orografica del fiume Tanaro sul territorio di sei comuni dove i terreni sono più sciolti e la componente sabbiosa è maggiore rispetto agli altri comuni dove si produce il Barbera d'Alba.”

“Si tratta di un riconoscimento molto importante per il nostro territorio, che ha sempre lavorato per la valorizzazione delle peculiarità del suo prodotto vinicolo”, afferma il Sen. Marco Perosino, Presidente dell'Enoteca Regionale del Roero. “Una tappa storica per il lavoro d’eccellenza svolto dai nostri agricoltori, a cui vogliamo dedicare, come Enoteca Regionale del Roero e in collaborazione con l’Associazione Vignaioli di Castellinaldo, un momento di festa con una cena di gala sul belvedere di Castellinaldo.”

Una vera ricorrenza, sabato scorso, con il pomeriggio istituzionale che ha presentato e consacrato la nuova etichetta alla presenza di un eccezionale parterre di autorità e operatori del settore. Un’ ulteriore dimostrazione dell’importanza del momento cui è seguita una raffinata e molto apprezzata cena sul terrazzo che domina un panorama mozzafiato. Le tenebre e il clima incerto con pochissime goccioline che hanno intimorito i partecipanti ma non modificato il programma, all’aperto, non hanno fatto che aggiungere un’aurea di fascino a un evento riuscitissimo. E sui tavoli, le selezioni dei produttori della nuova sottozona “Castellinaldo”, ça va sans dire!


Enoteca Regionale del Roero

via Roma 57 - Canale (Cn)

Tel: +39 0173 978228

https://www.enotecadelroero.it/ - info@enotecadelroero.it




35 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti